Benvenuto
Benvenuto su "Michael Jackson the King of Love...". Per i nuovi utenti registrati, il Forum vi invita a presentarvi nella sezione
"PRESENTAZIONI"
in modo da ricevere un caloroso benvenuto da parte di tutti gli utenti!!!
Il Forum ricorda a tutti gli utenti di leggere sia il regolamento generale, che i regolamenti interni di ogni sezione. Sono poche e semplici regole facili da seguire per facilitare la navigazione di tutti e il nostro lavoro. Buon divertimento a tutti.

Grazie
Facebook





"Michael Jackson the King of Love..." ha anche un gruppo su Facebook iscriviti!!!

In Evidenza
Visite
Votaci
Ti piace il nostro Forum??? Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!!
Migliori Siti Dettagli mjjkingoflove.forumattivo.com/
Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD nella classifica.... Sito d'argento sito web Continuate a votarci ogni mese e aiutateci a crescere!!!
I postatori più attivi del mese

Migliori postatori
PιεcεOғAηHεαят♥; (12290)
 
Sere_MJ (10376)
 
Fairy MJ (8626)
 
MIKE&JANETpassion! (8454)
 
** DirtyDianaEle ** (8444)
 
DirtyMetalJackson (5881)
 
MissMJNaughty (3524)
 
Zaira♥ (2966)
 
Ashley (2550)
 
~D i f f e r e n t; (1477)
 


La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da silvia80 il Mar 25 Gen 2011 - 23:27

Vi posto la prima di tre parti di uno stesso articolo.

Un incidente?
O un'operazione endogena (*)?
(*) La parola Endogeno significa che nasce o proviene dall'interno. In ambito generale indica la provenienza o nascita interne all'ambito di riferimento

2 luglio 2009

[l'originale è qui ]


Presumo che dovrei iniziare con questo:
“Perché dovrebbe importarmi se Jackson è stato ucciso?”

O se gli orfani vengono stuprati?
O se la ditta Northrop ha truffato le forze armate statunitensi?
O se Natalie Holloway è stata venduta come schiava del sesso?



1) Ignorando il crimine lo si lascia prosperare
Ignorare un crimine è come ignorare una zecca nei capelli o ignorare un incendio nella casa del vicino. Se Jackson è stato ucciso allora ignorando questo crimine si permette ai criminali di continuare nelle loro operazioni. Come direbbero i bambini: "Duuhhh!" (*).

(*) L'espressione "Duh!", usata negli USA, si può tradurre in "Davvero?", inteso in senso sarcastico.

2) Dai crimini possiamo imparare alcune lezioni importanti
Analizzando i crimini e la reazione delle persone a tali crimini possiamo imparare qualcosa sulla modalità di operare dei criminali e sul comportamento degli esseri umani. Questo a sua volta ci dà qualche idea su come migliorare la società.

Per esempio, sapevate che ci sono migliaia di vittime dell'attacco dell'11 settembre ancora vive ma sofferenti di problemi di salute per aver respirato particelle metalliche microscopiche generatesi nella demolizione degli edifici?

Nel 2005 Jimmy Walter finanziò una serie di eventi in Europa che discutevano l'attentato dell'11 settembre; quando io e Christopher Bollyn, camminando, stavamo uscendo dall'atrio del nostro albergo in Spagna, abbiamo incontrato due statunitensi, uno dei quali il giorno dell'attacco dell'11 settembre finì ricoperto di polvere. Ci disse che quando cercò di lavarsi di dosso quella polvere, ebbe la sensazione di tagliarsi, come se si trattasse di pezzi di vetro. Disse di aver avuto per molti mesi a seguire problemi terribili alla pelle.

Gli dissi che il motivo per cui aveva la sensazione di avere vetri rotti nella pelle era che quella povere era piena di vetri di finestre polverizzati, computer e cemento e conteneva anche pompieri e altra gente polverizzata. E gli dissi che quella polvere avrebbe potuto minare la sua salute in generale.
Io e Bollyn gli spiegammo parecchie cose a proposito dell'attacco dell'11 settembre e lo invitammo al nostro incontro gratuito sull'11 settembre di quella sera. Ma non si fece più vivo e non mostrò mai interesse in cosa gli dicemmo. La sua reazione quando apprese che gli edifici furono demoliti fu essenzialmente:
"Ah, va bene. Questo spiega la cosa."


Una lezione importante da imparare dalle vittime dell'attentato dell'11 settembre è che alla maggior parte di loro non importa il motivo per cui soffrono di problemi alla salute e non hanno alcuna intenzione di esporre o distruggere la rete criminale. Tutto ciò che vogliono è più soldi per aiutarli a coprire le spese mediche! Questo comportamento è proprio degli animali! Un cane può venire picchiato ripetutamente dal suo padrone ma continuerà a volergli bene.

Similmente i militari statunitensi vengono maltrattati ripetutamente dalle attività commerciali, da Israele e dai funzionari di governo ma la maggior parte degli uomini nelle forze armate ignora questi maltrattamenti. Anche la maggior parte della gente nel mondo ignora il maltrattamento che avviene per mezzo de nostri sistemai bancari e finanziari, e la corruzione nei distretti di polizia e nel sistema d'istruzione. E i tedeschi sono stati maltrattati dagli ebrei a livelli incredibili ma non mostrano interesse nel fatto che è stato mentito loro sull'olocausto e sulle Guerre Mondiali.

Alla maggior parte della gente non importa nulla della società e nemmeno di se stessi! Il loro interesse principale è soddisfare la propria bramosia per cibo, sesso, posizione nella società e bimbi. Non pensano molto al futuro e non cercano di imparare dagli errori commessi. Piuttosto vivono da un giorno all'altro, proprio come animali stupidi.
Il milione di tedeschi che Eisenhower mise in un campo vuoto e fece morire lentamente non fecero nulla per migliorare la loro situazione.
E se Jackson fosse morto per cause "naturali"?

Se avete trascorso un po' di tempo a leggere questo articolo e dopo qualche mese scoprite che Michael Jackson è morto di cause naturali, avete sprecato tempo? No, perché le questioni che sollevo sono importanti indipendentemente dalla motivo di quella morte, se per cause naturali o per omicidio. Ci sono molte lezioni da imparare osservando la vita e la morte di Michael Jackson e molte questioni che bisognerebbe discutere. Alcuni esempi:

Perché permettere che ci siano re e regine?
Al mondo ci sono molte persone incredibilmente ricche ma come fa una società a beneficiare dal trattare alcune persone come re e regine? Come fa una società a beneficiare dal fornire a pochi individui ville fenomenali, aerei a reazione privati e panfili giganti?

Inoltre, come ne beneficiano le persone ricche? Michael Jackson era più felice grazie alla sua villa gigante "Neverland" e al suo ranch? A me sembra che fosse molto triste e solo. Come per altre persone famose e ricche, era circondato costantemente da criminali e da parassiti, aveva sempre a che fare con denunce e avvocati ed era troppo famoso per mescolarsi con il resto di noi. Ho la sensazione che in verità fosse triste e solo.

La giustificazione che viene data del motivo per cui permettiamo che alcune persone diventino incredibilmente ricche è che la cosa ci dà un incentivo a lavorare; però, come ho descritto in altri articoli e file sonori, questa filosofia è sbagliata... almeno per alcuni di noi. È vero che molti non fanno granché a meno che non siano sotto qualche forma di pressione o a meno che non ci sia un qualche tipo di ricompensa tenutagli davanti; ma perché dovremmo modellare la società su queste persone così rozze? Perché invece non classificare queste persone come animali da circo o selvaggi primitivi?

Chi non contribuisce alla società a meno che non possa diventare incredibilmente ricco dovrebbe venir considerato come un cane che in una pista da corsa insegue un osso meccanico. Non dovremmo modellare la società su queste persone rozze.

Ritengo che chi lotta per diventare estremamente ricco e famoso sia infelice e spera che quantità estreme di denaro e la notorietà lo sollevi dalla sua miseria [interiore].

Come ho descritto in altri articoli e file sonori, ritengo che dovremmo modellare la società per gli esseri umani più avanzati che non hanno bisogno di avere i poliziotti davanti per comportarsi in modo rispettabile e che contribuiscono alla società perché lo vogliono e non perché la società offre loro ricompense gigantesche in denaro.

Perché permettere che ci siano monarchie economiche?

Quando la gente ricca passa soldi, attività commerciali o terra ai propri figli, questi vengono promossi istantaneamente a posizioni di comando. Per esempio, se ereditano un'attività commerciale che ha degli impiegati, i figli diventeranno dirigenti di quegli impiegati. A ciò si aggiunga che ogni attività commerciale ha clienti e una certa influenza sulla società; quando quindi i figli ereditano queste attività commerciali, acquistano istantaneamente una maggiore influenza sulla società. Se sono incompetenti possono mandare in rovina l'attività commerciale ereditata e irritare molti clienti.

Gli statunitensi criticano le monarchie europee ma permettendo alla gente ricca di passare le proprie ricchezze in eredità si permette l'esistenza di "monarchie economiche". Gli statunitensi riescono a rendersi conto che le monarchie politiche sono un metodo pessimo per governare una società ma la maggior parte della gente non capisce che le monarchie economiche sono altrettanto disgustose.

Il nostro atteggiamento attuale è quello di garantire alla gente ricca il "diritto" di lasciare in eredità attività commerciali, terra e soldi; si potrebbe però affermare che una società ha il diritto di munirsi di un governo competente. Si potrebbe dire che ogni uomo deve guadagnarsi la propria posizione.

Inoltre si potrebbe affermare che i super-ricchi non si guadagnano veramente i soldi che hanno e perciò non hanno il diritto di passare la loro ricchezza ai figli. Si potrebbe dire che questi super-ricchi diventano tali semplicemente grazie alle qualità rozze e primitive della nostra società.

Per esempio, Oprah Winfrey ha guadagnato 260 milioni di dollari in un anno e a Simon Cowell è stato offerto uno stipendio di 144 milioni di dollari l'anno. Tuttavia chi è nel mondo dei mezzi di comunicazione di massa non diventa ricco perché lavora più sodo o per più a lungo o meglio del resto di noi. Piuttosto c'è un mercato enorme per i prodotti di intrattenimento e alla maggioranza della gente semplicemente non importa di essere maltrattata.

Inoltre, alcune persone estremamente ricche sono diventate tali perché immorali o disoneste. Sarete certamente consapevoli che chi è nel nostro sistema finanziario e bancario fa una quantità di soldi fenomenale, anche quando le loro attività commerciali chiudono. Molti di loro andrebbero classificati come criminali.

Quando i super-ricchi passano le loro ricchezze fenomenali ai figli, permettono loro di ereditare denaro che non hanno mai veramente guadagnato. Come una società beneficia da una tale politica?

Perché permettere ai consorti di assumere una posizione di influenza nella società?

Quando i ricchi si sposano, i loro consorti, uomini o donne che siano, acquisiscono l'accesso al loro denaro, il che permette a queste persone di assumere istantaneamente un ruolo di grande influenza sulla società. La cosa potrebbe essere descritta come una forma di eredità o un'altra forma di monarchia. E quando i ricchi divorziano, i consorti, uomini o donne che siano, possono tenersi metà ricchezza, il che permette loro di mantenere una posizione di influenza. Questi consorti poi possono risposarsi con qualcun altro; se hanno figli, questi ultimi possono ereditare soldi che non sono stati guadagnati affatto da nessun parente stretto. Come fa una società a beneficiare da una politica di questo tipo? Perché non fare in modo che tutti si guadagnino la propria posizione?

E considerate quanto sia bizzarro permettere alle mogli dei presidenti di avere influenza a livello mondiale. Oggi la moglie del presidente [statunitense] Obama è ora una persona influente a livello mondiale ma che cosa ha fatto per guadagnarsi questa posizione? Cosa pensereste se alle mogli dei dirigenti dell'IBM fosse permesso di presentarsi alle riunioni e di prendere parte ai processi decisionali sulle questioni ingegneristiche e gestionali? Cosa pensereste se alla moglie di un dentista, di un pilota o di un meccanico fosse permesso di operare i vostri denti, pilotare l'aereo su cui viaggiate o riparare la vostra automobile semplicemente per aver sposato un uomo che ha intrapreso quella carriera?

Se alle moglie degli ingegneri elettrici dell'IBM fosse permesso di presentarsi alle riunioni tecniche, sarebbe ovvio immediatamente a tutti che tali donne non hanno idea di come progettare un circuito elettronico. Per contro, le mogli dei presidenti Obama e George Bush possono mescolarsi facilmente tra capi di stato delle varie nazioni che hanno un'influenza sul mondo senza che nessuno noti che sono incompetenti. Il motivo è che tutti questi capi di stato sono parimente incompetenti. Nessuno nelle posizioni di comando ha qualcosa di intelligente da dire. È perciò possibile per le loro consorti e perfino per i loro figli giovani mescolarsi tra i capi di stato e discutere le loro opinioni stupide sulle questioni del mondo. È ridicolo!

Per inciso, avete notato come Michelle Obama attiri parecchia attenzione quando è tra i capi di stato che influenzano il mondo? Ritengo che il motivo sia che qualcuno che è perfino "ordinario" quando è tra i capi di stato, brilli perché ha una personalità più gradevole, è più facile parlarci e sembra più onesta.

I capi di stato sono persone disgustose ma normalmente non notiamo la cosa perché sono circondati da altre persone disgustose e li vediamo solo in situazioni artificiali in cui recitano discordi scritti da altri e si mettono in posa per farsi fotografare. Di solito vediamo solo l'immagine di sé che si sono costruiti.

Perché permettere che i bambini vengano trattati come prodotti finanziari?
Quando qualcuno estremamente ricco divorzia o muore si creano spesso dispute legali sull'affidamento dei figli o sull'assegnazione di attività commerciali, terra o denaro. Nel caso di Michael Jackson, la disputa sui figli potrebbe diventare incredibilmente bizzarra.

Il figlio più giovane di Jackson proviene da un surrogato di madre che è tuttora sconosciuta al pubblico; adesso ci sono articoli notiziari che sostengono che anche Debbie Rowe, l'ex-moglie di Jackson e madre dei suoi due figli più anziani, sia una madre surrogato. Altri articoli notiziari affermano che Jackson non è il padre biologico di nessuno dei suoi tre figli. E altri articoli notiziari ancora dicono che Jackson e Rowe non hanno mai fatto le carte legali per l'adozione e dunque non hanno mai avuto l'affidamento legale dei quei due figli e quindi i genitori biologici di quei bambini potrebbero prendere parte alla battaglia legale per la custodia dei figli. Comunque altri articoli notiziari ancora insistono che effettivamente Debbie Rowe è la madre biologica!

Se non permettessimo le eredità, i figli di Jackson non varrebbero nulla. Attualmente Debbie Rowe sta preparandosi a combattere per ottenere l'affidamento dei figli di Jackson; ma lo farebbe ugualmente se non permettessimo ai figli di Jackson di ereditare le ricchezze del padre? Ci sarebbe stata una battaglia per la figlia di Anna Nicole Smith se non avessimo permesso le eredità? Cinque uomini avrebbero dichiarato di essere il padre di quella bambina?

Tuttora nessuna società mostra particolare interesse sui motivi per cui la gente ha figli o su come li tratta. Alcuni genitori trattano i figli come giocattoli con cui giocare, altri li generano per sbaglio e poi li scaricano negli orfanotrofi, mentre i figli di gente ricca spesso sono trattati come se non fossero null'altro che prodotti finanziari.

Nel caso di Michael Jackson, molti adulti e avvocati potrebbero trattare i tre figli del cantante come opportunità finanziarie e potremmo assistere a una lotta su quei figli simile a un attacco a una foca da parte di un gruppo di squali. Questi tipi di lotte potrebbero essere descritte come rivoltanti o disgustose. A chi giova un sistema legale che permette agli avvocati e ai genitori di trattare i figli in questo modo?

silvia80
King of Pop
King of Pop

Messaggi : 1080
Data d'iscrizione : 17.09.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da Fairy MJ il Mer 26 Gen 2011 - 11:47

ciao Silvia allora, ho letto il testo e ho fatto delle piccole correzioni per facilitare la lettura come modifica del titolo (dal maiuscolo al minuscolo), spiegazione del termine endogeno, e alcune cose le ho messe in corsivo.
Però non ci hai detto da dove esce fuori questo articolo?
cioè sono riflessioni di un giornalista, di uno scrittore, di un amico di Mike, della famiglia?
E' uno scritto interessante, cioè esprime un altro modo di vedere la "morte" di Mike e fa delle riflessioni sulla società contemporanea da quello che ho capito. Grazie per averlo postato Very Happy

_________________


http://www.facebook.com/pages/Dunikart-il-mondo-dei-gioielli-e-non-solo/191975327483059?ref=hl Vendita di Gioielli di bigiotteria e gioielli della tradizione sarda visitate questa pagina metti mi piace e se ti piace qualcosa contattami pirat

Fairy MJ
Admin
Admin

Messaggi : 8626
Data d'iscrizione : 21.02.10
Età : 32
Località : Roma
Umore Umore : Ottimo

Vedere il profilo dell'utente http://mjjkingoflove.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da silvia80 il Mer 26 Gen 2011 - 15:27

Ritengo siano riflesioni personali uniti a ricerche fatte da un fan che ho trovato su Internet difficile ma offre diversi spunti su cui riflettere...

Le aziende che operano i mezzi di comunicazione di massa sono piene di persone mentalmente malate

Queste aziende (influenzando, per esempio, televisioni, film, musiche, riviste, ecc) sono estremamente significative per la società perché ci forniscono notiziari, analisi storiche, testi scolastici, pubblicazioni scientifiche e programmi televisivi per bambini. Influenzano il nostro atteggiamento e la nostra visione del mondo. Ritengo tuttavia che queste attività commerciali siano state conquistate dai criminali giudei e da persone con seri squilibri mentali. Siamo fessi a permettere a un gruppo importante di aziende di essere dominato da squilibrati e da criminali.

Uno dei motivi per cui queste attività commerciali sono piene di persone mentalmente malate è che chi è infelice viene attratto da livelli estremi di ricchezza e di notorietà che si possono acquisire lavorando in questo settore. Purtroppo nessun livello di ricchezza o notorietà può curare i problemi mentali di queste persone, né migliorare la loro vita. Anzi, è vero esattamente il contrario! I livelli estremi di soldi e la notorietà fanno sì che una persona diventi un emarginato nella società e attragga parassiti e criminali invece che gli amici veri. Il risultato finale è che le persone mentalmente malate che diventano ricche e famose finiscono per vivere in solitudine e sono circondati costantemente da persone che cercano di ingannarle e maltrattarle.

Alcune accuse sulle persone che lavorano nelle aziende che operano i mezzi di comunicazione di massa sono talmente balzane da mostrare un altro difetto serio della nostra società. Per esempio, una donna misteriosa che si fa chiamare Brice Taylor ha scritto il libro Thanks for the memories. Ivi il breve capitolo dedicato a Michael Jackson inizia così:

Michael Jackson era appena bambino, di quattro o cinque anni, quando accompagnai Bob Hope in un posto dove stavano facendo le riprese di promettenti talenti per la televisione. Bob mi disse di supportare e sponsorizzare i Jackson, dando loro un'impronta professionale all'entrata. Il padre dei Jackson fece entrare i ragazzi e ricordo di averli visti portare nel lato di una stanza illuminato da luci intense. Tutti dovevano calarsi le mutande e prima di iniziare la loro esibizione un uomo grosso li stuprava, tutti, in fila uno dopo l'altro.

Il suo libro è disponibile in internet e in copie cartacee. Il capitolo su Michael Jackson è stato pubblicato qui nel sito internet ingannatore Rumor Mill News, insieme al collegamento telematico all'intero libro. Per inciso, menziono Rayelan Allan, l'estenditrice di Rumor Mill News, nel mio articolo sulle prostitute sioniste .

Se le accuse di Taylor sono anche solamente parzialmente veritiere, gli statunitensi dovrebbero vergognarsi di permettere che gente così rivoltante assuma il controllo delle aziende che operano i mezzi di comunicazione di massa statunitensi, considerando specialmente che questi dettagli rivoltanti sono stati esposti da vari libri per anni. Se invece Taylor mente, allora gli statunitensi dovrebbero vergognarsi di permettere a simili maestri della truffa di operare liberamente.

Purtroppo, così come alla maggior parte della gente non importa che le è stato mentito su l'olocausto, l'attacco dell'11 settembre e gli sbarchi sulla Luna del programma Apollo, alla maggior parte della gente non importa se le informazioni contenute nel libro di Brice Taylor sono corrette.

Una società dovrebbe esigere livelli elevati per le informazioni in circolazione

La maggior parte della gente è in grado di capire che permettere a un ristorante di servire cibo contaminato ha un effetto nocivo sulla società; non comprende a pieno però che ha un effetto perfino più nocivo permettere che vengano fornite informazioni false, specialmente ai bambini, per i quali l'effetto è addirittura più nocivo. La maggior parte della gente non capisce che siamo fessi a permettere ai criminali giudei di somministrare menzogne ai bambini a proposito dell'olocausto, dell'attacco dell'11 settembre e di altri crimini. E siamo fessi a permettere che vengano promosse menzogne su i crop circle (*), i rapimenti da parte di alieni e le entità sovrannaturali.

La maggior parte delle persone richiede livelli elevati per il cibo che mangia, gli aerei su cui vola, le automobili su cui viaggia ma non richiede livelli elevati per le informazioni che le vengono fornite. La maggior parte della gente non riesce ad affrontare la vita moderna. Le questioni che ci troviamo ad affrontare sono per loro troppo complesse.

(*) (ndt) I crop circles, letteralmente cerchi nel grano, sono figure geometriche "disegnate" nei campi di grano che qualche tempo fa occupavano spesso gli spazi della cronaca con persone che parlavano di alieni o di altre stupidaggini. Si è presto dimostrato che questi "disegni" venivano realizzati schiacciando le spighe, tipicamente di notte in modo furtivo: un lavoro di poche ore che impegnava un esiguo numero di persone con strumenti alquanto primitivi.

Permettiamo alle aziende che operano i mezzi di comunicazione di massa di maltrattare i bambini

Come ho menzionato nel mio file sonoro del 26 marzo 2008, non permettiamo più alle fabbriche o alle miniere di carbone di utilizzare i bambini come manodopera ma permettiamo alle aziende che operano i mezzi di comunicazione di massa di maltrattare i bambini. Assumiamo che i bambini abbiano vite meravigliose grazie alle quantità notevoli di denaro e alla notorietà ma quali fatti indicano che Michael Jackson, JonBenet Ramsey, Judy Garland e Shirley Temple hanno avuto un'infanzia migliore di quella del resto di noi?

Sembra che la maggioranza di questi bambini abbia avuto un'infanzia molto triste e in solitudine. Michael Jackson ne è un esempio. Venne costretto a passare la propria infanzia esercitandosi e esibendosi nei suoi numeri perché il padre aveva un'ossessione morbosa per i soldi e la notorietà. Venne anche picchiato dal padre che credeva che ricorrere alla violenza fisica era il metodo corretto per l'educazione dei figli.

Se le accuse di Brice Taylor sono corrette, o se i sospetti che Jackson venne castrato sono corretti allora sarebbe meglio descrivere Michael Jackson come una vittima di maltrattamenti seri subìti da bambino piuttosto che come una celebrità che viveva una vita meravigliosa.

Da adulto, Michael era costantemente preso di mira da criminali e parassiti. Non poteva avere una vita normale. Non poteva camminare in pubblico. Aveva sempre a che fare con denunce. Deve aver passato buona della sua vita con gli avvocati. Non mi sorprende che si sentisse più a suo agio con i bambini e gli animali. I suoi soldi e la sua notorietà non hanno reso la sua vita per niente migliore della mia o della vostra. Perfino i suoi due matrimoni non erano meglio di quelli della gente povera.

Alcune celebrità hanno vite che sembrano perfino peggiori di quella di Michael Jackson. Alcune hanno problemi estremi con la droga, la violenza, il gioco d'azzardo, l'alcool e le relazioni interpersonali. Alcune hanno vite che sembrano così tristi e sole che mi fanno venire in mente la seguente domanda filosofica:

Se in una foresta un albero cadendo uccide una celebrità, sarebbe una morte tragica o un atto di pietà?

silvia80
King of Pop
King of Pop

Messaggi : 1080
Data d'iscrizione : 17.09.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da MIKE&JANETpassion! il Mer 26 Gen 2011 - 15:28

allora io prima che spari cavolate vorrei essere chiarita xD
secondo questo esistono i criminali che hanno ucciso Mike?

MIKE&JANETpassion!
The Legend
The Legend

Messaggi : 8454
Data d'iscrizione : 22.02.10
Età : 18
Località : neverland!
Umore Umore : incompresa

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da silvia80 il Mer 26 Gen 2011 - 15:33

non direttamente ma è il sistema dello show bussiness che lo ha ucciso lentamente secondo me ha subito danni fin da bambino traumi su traumi ma ha cominciato lentamente a morire con ilo successo di Thriller ed essere circondato da gente maligna comunque questo articolo sottolinea che fin da bambino Michael ha dovuto confrontarsi con questo schifo ma era almeno protetto da Joe che sebbene un padre avido e duro era molto meglio dei parassiti che hanno spremuto i suoi figli prima e poi suo figlio dopo senza contare i mass media non ne parliamo...

silvia80
King of Pop
King of Pop

Messaggi : 1080
Data d'iscrizione : 17.09.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da MIKE&JANETpassion! il Mer 26 Gen 2011 - 15:36

ah ok grazie... pale

MIKE&JANETpassion!
The Legend
The Legend

Messaggi : 8454
Data d'iscrizione : 22.02.10
Età : 18
Località : neverland!
Umore Umore : incompresa

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da Sere_MJ il Mer 26 Gen 2011 - 19:46

Questa lettura va fatta con attenzione perché é molto pesante e bisogna anche capire le cose, infatti non l'ho ancora letto tutto! Comunque mi e`molto interessante e appena ho 2 minuti lo leggo tutto!
Grazie Silvia!

Sere_MJ
The Legend
The Legend

Messaggi : 10376
Data d'iscrizione : 22.02.10
Località : Comacchio

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da ** DirtyDianaEle ** il Mer 26 Gen 2011 - 21:03

premetto una cosa: tutto quello che dico qui non è riferito a nessuno di voi forummine ma solo all'utore di quest' "articolo"

prima impressione dopo aver letto: ma che è sta roba??? cioè da dove salta fuori?? chi è l'autore???
ho letto solo il secondo post e, tralasciando le cose su Mike che commenterò poi, vorrei sapere se il malato di mente, come dice lui o lei, è l'autore di questa roba oppure l'autore di queste affermazioni.
daccordo che il mondo fa schifo, che siamo tutti manipolati, che molte cose vengono distorte per far credere alla gente certe cose, ma addirittura arrivare a questi livelli no....cioè questo/a ci fa passare, scusate il termine, tutti per rincoglioniti!!! io personalmente molte cose le avevo gia capite prima che questo parlasse, ma non mi scandalizzo di certo come lui!!!
poi che vuol dire sta cosa??
La maggior parte della gente non capisce che siamo fessi a permettere ai criminali giudei di somministrare menzogne ai bambini a proposito dell'olocausto, dell'attacco dell'11 settembre e di altri crimini. E siamo fessi a permettere che vengano promosse menzogne su i crop circle (*), i rapimenti da parte di alieni e le entità sovrannaturali.
quali sarebbero le menzogne sull'olocausto??? e chi sono i criminali giudei?? e poi che c'entrano gli alieni?? da come parla sembra una persona cosi generosa e che ama ogni essere vivente, ed è cosi egoista nel pensare che nell'universo esistiamo solo noi??

ok ho finito mi sono liberata lol!

_________________

** DirtyDianaEle **
Admin
Admin

Messaggi : 8444
Data d'iscrizione : 21.02.10
Età : 28
Località : Roma
Umore Umore : relax

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da Sere_MJ il Mer 26 Gen 2011 - 21:12

Il milione di tedeschi che Eisenhower mise in un campo vuoto e fece morire lentamente non fecero nulla per migliorare la loro situazione.
O_O Spero di aver capito male
Se in una foresta un albero cadendo uccide una celebrità, sarebbe una morte tragica o un atto di pietà?
Questa non l'ho capita :O

Premettendo che, del testo non ho capito praticamente nulla (saranno i miei neuroni in coma? Molto probabilmente.........si.) questa frasi mi hanno colpito!
Cooooooooooooooomunque, hai una fonte?

Sere_MJ
The Legend
The Legend

Messaggi : 10376
Data d'iscrizione : 22.02.10
Località : Comacchio

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da silvia80 il Mer 26 Gen 2011 - 21:32

Sì è pesante ogni tanto delira ma non credo che dia a noi dei rincoglioniti ma indirettamente dice che i libri di storia hanno mentito e che molti fatti sono stati distorti e manipolati, poi dice che (ed accade anche oggi) molte persone avrebbero potuto intervenire per fermare Hitler ma molti tedeschi per paura e convenienza non l'hanno fatto e si è permessa una tragedia dalle proporzioni immani.

La strana morte di Michael Jackson

Un incidente?

Visto che i ricchi sono circondati da parassiti e da criminali è perfettamente possibile che Michael Jackson si fosse lasciato circondare da persone incompetenti e disoneste che semplicemente intervenivano in modo non adeguato per risolvere i suoi problemi di salute. È inoltre possibile che quei problemi di salute fossero talmente seri che perfino medici competenti avrebbero avuto difficoltà a tenerlo in vita.

O un omicidio?

Anche se sono passati solo pochi giorni dalla morte di Michael Jackson, possiamo già notare che la sua morte segue lo schema dell'attacco dell'11 settembre e dell'attentato di Oklahoma City. Per esempio:

1) I notiziari giornalistici hanno commesso errori madornali

I testimoni di un evento non sono mai in accordo tra loro ma c'è un livello di discordanza sopra il quale un tale disaccordo è una prova che qualcuno di loro mente. Tre esempi di crimini precedenti:

1) L'attentato di Oklahoma City
I primi servizi televisivi mostrarono squadre di genieri che rimuovevano parecchie bombe inesplose trovate all'interno dell'edificio; quelli successivi però insistevano che venne ritrovata in tutto una sola bomba e che si trattava della bomba che esplose nel furgone parcheggiato all'esterno dell'edificio.

2) L'attacco dell'11 settembre al Pentagono
La mattina dell'attentato dell'11 settembre, i primi notiziari sull'attacco al Pentagono riportavano che non c'erano tracce di un aeroplano; tutti i notiziari successivi però affermavano che un aereo passeggeri, il volo 77, si schiantò contro il Pentagono e che tutti i passeggeri vennero identificati analizzando i DNA.

3) Il crollo dell'edificio 7 avvenuto l'11 settembre
La sera del giorno dell'attacco dell'11 settembre, ci fu un servizio giornalistico della BBC sull'avvenuto crollo dell'edificio 7 [del World Trade Center]; il servizio però venne diffuso circa 20 minuti prima che l'edificio crollasse effettivamente. Potete vedere il filmato della BBC qui nel sito internet di John Dvorak.

[In figura: (sovrimpressione) 5:12 pm fuso orario zona est del Nord America / Ancora lì]. (ndt) La freccia in sovrimpressione indica l'edificio 7.

Per inciso, ho menzionato Dvorak nel mio filmato sull'attacco dell'11 settembre come esempio di come i giornalisti coprano i crimini. Notate che se cliccate il collegamento telematico proposto da Dvorak per approfondimento (il collegamento sotto il filmato dice "La BBC ha riportato che l'edificio 7 è crollato 20 minuti prima che avvenisse") , venite trasferiti al sito internet di Alex Jones. È importante notare che tutti i cosiddetti "truth seeker" si promuovono l'un l'altro. La cosa è una prova che sono membri di una rete criminale gigantesca e internazionale.

Notate anche lo schema ricorrente di come tutti cercano di deviare l'attenzione lontano dal sionismo, Israele e gli ebrei in generale. Si tratta di un segno che la loro rete criminale è dominata da ebrei, non da cinesi, messicani o dalla famiglia Bush.

Per inciso, Dvorak è un altro con le sembianze dell'uomo di Neanderthal. Che coincidenza!

A proposito della morte di Michael Jackson, gli sbagli e le contraddizioni enormi nei notiziari, come mostro nel proseguo dei quest'articolo, dovrebbero essere considerati prove che i giornalisti stanno coprendo un crimine.

2) Ci venne detto subito cosa accadde

Ci vogliono mesi per analizzare crimini complessi ma il giorno stesso dell'attacco dell'11 settembre c'erano persone che spiegavano sia il motivo per cui le torri del World Trade Center si erano frantumate polverizzandosi che le modalità con cui gli arabi avevano sconfitto il sistema di difesa aerea degli USA. Dopo circa 3 giorni l'FBI forniva i nomi degli arabi che avevano attaccato gli USA e dopo circa due settimana ne forniva le fotografie!

Le persone in genere sono arroganti, in modo particolare gli uomini, e dunque qualche uomo che dà velocemente una spiegazione per i vari eventi nel mondo potrebbe semplicemente bramare in modo spropositato di sentirsi importante. Dovremmo considerare tuttavia la possibilità che alcune di queste persone siano parte di una squadra numerosa intenta a dirci cosa è successo per soddisfare la nostra curiosità, smorzando il nostro desiderio di indagare e discutere la questione.

A proposito della morte di Michael Jackson, come menziono più in basso, i primi notiziari ci dissero esattamente cos'era successo, e cioè che il cantante morì a seguito di una iniezione di Demerol. Visto che nessuno ha confessato di aver fatto una tale iniezione e non c'è stata ancora un'indagine, si tratta di una prova che i giornalisti hanno preso parte alla copertura di un crimine.

silvia80
King of Pop
King of Pop

Messaggi : 1080
Data d'iscrizione : 17.09.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da ** DirtyDianaEle ** il Mer 26 Gen 2011 - 21:41

Sì è pesante ogni tanto delira ma non credo che dia a noi dei rincoglioniti ma indirettamente dice che i libri di storia hanno mentito e che molti fatti sono stati distorti e manipolati, poi dice che (ed accade anche oggi) molte persone avrebbero potuto intervenire per fermare Hitler ma molti tedeschi per paura e convenienza non l'hanno fatto e si è permessa una tragedia dalle proporzioni immani.
aaaaaaaaaaaaaaa e vabbè ma la storia degli ebrei si era capita gia da un po, ovvio che i tedeschi sapessero tutto altrimenti non era possibile fare delle cose del genere!!!
Per inciso, ho menzionato Dvorak nel mio filmato sull'attacco dell'11 settembre come esempio di come i giornalisti coprano i crimini.
i giornalisti non hanno coperto i crimini ma hanno coperto il presidente Bush che era molto amico e che faceva affari con Bin Laden....

_________________

** DirtyDianaEle **
Admin
Admin

Messaggi : 8444
Data d'iscrizione : 21.02.10
Età : 28
Località : Roma
Umore Umore : relax

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da silvia80 il Mer 26 Gen 2011 - 22:52

Capisci quando Michael ha accusato i biografi e giornalisti di manipolare le informazioni, coprire e falsificare notizie e crimini per convenienza? La storia dell'umanità non è tutta vera, non vuole essere razzista sto qua ma le cose poteva renderle più semplici al posto che scriverle in codice in un forum mi hanno linciata per aver solo osato postare questo articolo, invece io mi sento a posto è diverso dalle solite tiritere.

silvia80
King of Pop
King of Pop

Messaggi : 1080
Data d'iscrizione : 17.09.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da Sere_MJ il Mer 26 Gen 2011 - 22:56

Ma scusa, io non conosco questo Forum e non voglio infamare nessuno, ma che c'entri tu? Perché hanno linciato te? Cioé gli utenti postano ció che trovano e fanno anche un piacere agli altri condividendo le loro scoperte

Sere_MJ
The Legend
The Legend

Messaggi : 10376
Data d'iscrizione : 22.02.10
Località : Comacchio

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da silvia80 il Mer 26 Gen 2011 - 23:05

E' il MJ.it e mi hanno dato della razzista come se l'articolo l'avessi scritto io e mi hanno accusata di scrivere coglionate alla vigilia del giorno della memoria, ma ho dovuto postare queste cose per spiegare altrimenti sarebbe stato ancora più difficile capire. Comunque più avanti difende gli ebrei a me sembra che abbia attaccato di più i tedeschi che sono rimasti lì a guardare e non hanno fermato i soldati e Hitler ma è difficile leggere tra le righe ma se si legge l'insieme qualcosa lo afferri.

silvia80
King of Pop
King of Pop

Messaggi : 1080
Data d'iscrizione : 17.09.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da Sere_MJ il Mer 26 Gen 2011 - 23:09

Mhá..senza parole! Cioé e poi accusano questo Forum di avere brutti comportamenti!
Cooomunque bisogna veramente impegnarsi a leggere questo articolo, pare interessante anche se alcune cose non si capiscono oppure fraintendo

Sere_MJ
The Legend
The Legend

Messaggi : 10376
Data d'iscrizione : 22.02.10
Località : Comacchio

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da ** DirtyDianaEle ** il Mer 26 Gen 2011 - 23:10

a quanto pare non a tutti interessa sapere cosa pensano gli altri e noi ne abbiamo avuto molte prove.... a me personalmente non interessa se qualcun'altro la pensa diversamente da me perchè al di fuori della discussione io vivo la mia vita e tu la tua...questi sono forum fatti da persone arroganti e autoritarie a cui importa che la gente la pensi come loro. guarda con Lisa Marie per esempio: se vai in un altro forum e non segui l'idea che Lisa è la donna perfetta per Mike, ti massacrano e alla fine vieni bannata....sono tutti matti!!!

_________________

** DirtyDianaEle **
Admin
Admin

Messaggi : 8444
Data d'iscrizione : 21.02.10
Età : 28
Località : Roma
Umore Umore : relax

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da Sere_MJ il Gio 27 Gen 2011 - 18:38

quoto ma infatti! Anche per quanto riguarda Toya, qua in pochi la stimano o insomma non la odiano, ma mica banniamo il 90% degli utenti!
Se la pensassi tutti uguale........sai che noia!?

Sere_MJ
The Legend
The Legend

Messaggi : 10376
Data d'iscrizione : 22.02.10
Località : Comacchio

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da silvia80 il Gio 27 Gen 2011 - 22:00

Vabbè speriamo in bene...

3) Siamo stati incoraggiati a odiare

Il giorno dell'attacco dell'11 settembre, i mezzi di comunicazione di massa hanno iniziato una campagna senza sosta per fomentare la rabbia contro i musulmani. I mezzi di comunicazione di massa non hanno incoraggiato nessuna discussione sui rapporti tra Stati Uniti e le nazioni arabe o Israele e non volevano che discutessimo il motivo per cui gli arabi avrebbero dovuto voler attaccare gli USA.

Hanno invece cercato di fomentare l'odio. Ci hanno fornito storie orribili su come i musulmani odiano gli statunitensi perché questi ultimi amano la libertà, di come i mussulmani maltrattino le donne e di come i musulmani siano maniaci suicidi.

In relazione alla morte di Michael Jackson, la maggior parte dei giornalisti nei loro servizi notiziari ha inserito qualche cosa di spiacevole riguardo il cantante, menzionando le accuse di pedofilia, gli interventi di chirurgia estetica, la sua "azione sconsiderata di far penzolare" suo figlio neonato da un balcone in Germania [per mostrarlo ai giornalisti] e le accuse di essere dipendente da tutta una serie di farmaci da vendersi dietro presentazione di ricetta medica.

Imparate dal caso di Anna Nicole Smith
Per rinfrescarvi la memoria, Anna era una spogliarellista che sposò un cliente, molto anziano e facoltoso, del locale di spogliarello in cui lavorava. Quando l'uomo morì, Anna ne ereditò i soldi. Aveva bisogno di un avvocato e prese Howard K. Stern [giudeo, ndt], che si innamorò di lei, e un altro uomo.

Suo figlio morì in circostanze misteriose e Stern negò qualsiasi coinvolgimento; successivamente Anna morì in circostanze misteriose. Successivamente il "filmato del pagliaccio" venne reso pubblico. Mostra Anna sotto l'effetto della droga truccata [a sua insaputa, ndt] da pagliaccio. Il filmato venne realizzato da Stern che si sente dire: "Questo filmato vale soldi." Più importante, quando il seno destro di Anna esce dai vestiti, Stern le dice di coprirlo e dice a un uomo che non si vede nel filmato: "Mark, questo non si può far vedere." Questa frase è una prova che Mark e quell'uomo avevano pianificato di mostrare il filmato al pubblico. Questo articolo afferma che quell'uomo è Mark Schey, il presidente e amministratore delegato di 22Digital.
Dovremmo considerare la possibilità che Howard K. Stern fosse interessato solamente ai soldi di Anna e che l'avesse incoraggiata ad assumere droghe, anche se al proposito ha negato. E dovremmo considerare la possibilità che Stern e Mark Schey avessero complottato di disporre la morte di Anna per droga e che volessero che il "filmato del pagliaccio" dimostrasse che Anna aveva problemi con la droga.

Questa fotografia mostra Stern con Smith e la relativa bambina. Stern e molti altri uomini hanno affermato di essere il padre di quella bambina.


Voi ritenete possibile che un uomo possa passare molti anni cercando di convincere una donna che la ama quando in verità l'unica cosa che vuole è arrangiarne l'omicidio suo e del figlio in modo da mettere le mani sui soldi della donna? Se sì, non pensate che alcuni che hanno amato o lavorato con Michael Jackson potrebbero essersi profusi segretamente nel macchinare un modo per ucciderlo?

Imparate dall'attacco di Daryl Smith a Bollyn
Ritengo che sia molto importante che guardiate come Daryl Smith ha trattato Christopher Bollyn. Qui ho parecchie pagine su Smith. Costui cercava di rovinare l'immagine di Bollyn. Smith fece lo stesso con me dopo che smisi di lavorare con con lui. Alla fine tuttavia lo colsi che mentiva. Per la precisione, Smith mi accusò di diffondere voci false secondo cui era in procinto di morire; alla fine lo sorpresi ammettere che nel periodo in cui lavorava con me era "pronto per la bara".

Il tentativo di Smith di rovinare la mia immagine - e specialmente quella di Bollyn - è identico a ciò che gli ebrei stanno facendo con Jim Morrison, Michael Jackson e altri che i giudei non gradiscono. Vogliono rovinare la nostra immagine in modo che perdiate interesse in noi. Se gli ebrei riescono a fare in modo che voi abbiate un'immagine spiacevole di noi, allora invece che ascoltare noi o indagare la nostra scomparsa o morte misteriosa, ci ignorerete.

PARTE CENSURATA


silvia80
King of Pop
King of Pop

Messaggi : 1080
Data d'iscrizione : 17.09.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da Sere_MJ il Gio 27 Gen 2011 - 22:05

Perché "Ebrei"? Cioé pare razzista O.O o é una mia impressione?
dovremmo considerare la possibilità che alcuni ebrei potrebbero aver provato a ingannare Michael Jackson nel fare qualche cosa di illegale o di imbarazzante.
Che ha fatto di illegale o imbarazzante? Parla delle accuse di pedofilia..?

Sere_MJ
The Legend
The Legend

Messaggi : 10376
Data d'iscrizione : 22.02.10
Località : Comacchio

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da silvia80 il Gio 27 Gen 2011 - 22:55

Non lo so ma io credo che parli così per esperienze negative personali sugli ebrei io prima di definirlo antisemita proverei a farmi un'idea più precisa delle esperienze pregresse con gli ebrei è molto pesante su alcuni punti e mira a screditare gli ebrei in questo articolo però io certe cose su MIchael non le sapevo.

silvia80
King of Pop
King of Pop

Messaggi : 1080
Data d'iscrizione : 17.09.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da silvia80 il Ven 28 Gen 2011 - 15:30

PARTE CENSURATA


4) Ci venne detto di “farcela passare”

Chi di noi indagava i fatti dell'11 settembre incontrava occasionalmente persone in internet che ci dicevano che quell'attacco accadde anni fa e che dovremmo smetterla di trattare l'argomento e che dovremmo "farcela passare". Ho visto anche persone pubblicare messaggi dicendo di smetterla di soffermarci sul passato a proposito dell'assassinio del presidente statunitense Kennedy, l'attacco alla nave USS Liberty e la morte di Jim Morrison.

Per quanto riguarda la morte di Michael Jackson, sia Alex Jones che Jason Bermas hanno reagito istericamente talmente velocemente che mi domando se gli ebrei sono nel panico perché qualche cosa è andato storto in quell'omicidio. Considerate la reazione di Alex Jones. Secondo quanto riportato, la morte di Jackson è avvenuta nel pomeriggio del 25 giugno 2009, un paio d'ore dopo che Alex Jones aveva terminato il suo programma radiofonico giornaliero. Il giorno successivo, il 25 giugno, uno si aspettava che Jones menzionasse la morte di Jackson; Jones invece si lamentava che la gente voleva discutere l'argomento della morte di Michael Jackson invece che questioni più importanti! Nonostante il cantante fosse morto da sole 20 ore Jones si lamentava che la gente era ossessionata da Jackson e voleva parlare troppo del cantante.

Ecco tre spezzoni di Jones tratti dal suo programma radiofonico della mattina del 26 giugno, seguiti da un quarto spezzone di quando, più tardi nella serata di quello stesso giorno, ha partecipato al programma radiofonico di Jason Bermas. A quel punto Jones era talmente alterato da sbattere qualcosa su una superficie, forse la cuffia con microfono, per poi andarsene:

“Jackson è morto ieri, stupidi ossessionati. Smettetela di parlare della sua morte! È finita! Non è più una notizia.

“È una notizia di ieri!

“Se volete ricordare il passato, ricordatevi dell'olocausto, non della morte di Jackson, idioti!”

Ritengo che sia interessante il fatto che Bermas si sia lamentato dell'intervento di chirurgia estetica a cui Jackson si era sottoposto:

"Come ha detto Alex, questo era un tipo talmente ossessionato dal proprio aspetto che probabilmente si è sottoposto a dozzine, se non centinaia, di interventi chirurgici al volto. A proposito di qualcuno che non è felice dentro."

È facile accusare milioni di persone di farsi prendere dagli interventi di chirurgia estetica, protesi al seno, sbiancamento dei denti e trapianti di capelli. Potremmo tuttavia accusare lo stesso Bermas di essere "ossessionato dal proprio aspetto"!
Bermas di recente porta un apparecchio dentario per chiudere l'intercapedine che ha tra gli incisivi. “A proposito di qualcuno che non è felice dentro.”
L'isterismo e gli insulti di Jones e Bermas il giorno successivo la morte di Jackson non dovrebbero essere trascurati considerandoli qualcosa di insignificante. Come fanno questi due a inalberarsi così rapidamente per via del fatto che alcuni sono si sono rattristati per la morte del cantante?

Jones si scusa per gli insulti che aveva pronunciato

Alcuni, avendo sentito Alex Jones insultare Jackson, gli hanno spedito messaggi di posta elettronica per lamentarsi del suo comportamento rivoltante. In risposta, durante il programma radiofonico successivo, di domenica 28 giugno, Jones ha pronunciato ulteriori insulti su Jackson per poi "scusarsi":

Quando incontro persone che hanno un talento o una qualità che non ho, desidero spesso avere quel loro talento ma non li odio, né cerco di fare loro del male. Riesco ad accettare le mie limitazioni e sono in grado di apprezzare il talento degli altri. Molti ebrei però, invece di apprezzare il talento degli altri, diventano invidiosi e a volte cercano di fare loro del male o di ucciderli. La cosa mi fa venire in mente la reazione degli animali che incontrano un rivale.

silvia80
King of Pop
King of Pop

Messaggi : 1080
Data d'iscrizione : 17.09.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da Sere_MJ il Ven 28 Gen 2011 - 18:58

“Jackson è morto ieri, stupidi ossessionati. Smettetela di parlare della sua morte! È finita! Non è più una notizia.

“È una notizia di ieri!

“Se volete ricordare il passato, ricordatevi dell'olocausto, non della morte di Jackson, idioti!”
"Come ha detto Alex, questo era un tipo talmente ossessionato dal proprio aspetto che probabilmente si è sottoposto a dozzine, se non centinaia, di interventi chirurgici al volto. A proposito di qualcuno che non è felice dentro."

Ma parla lui, che come dice l'articolo, s'e`messo un apparecchio per lo spazio tra gli incisivi? Ma siamo fuori?

Sere_MJ
The Legend
The Legend

Messaggi : 10376
Data d'iscrizione : 22.02.10
Località : Comacchio

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da MissMJNaughty il Ven 28 Gen 2011 - 19:14

Ti quoto Serena questo idiota deve stare zitto lui non è nessuno per parlare in questo modo del grandissimo Michael sono daccordo non deve parlare di bellezza infatti è brutto che si è fatto mettere un apparecchio per lo spazio tra gli incisivi infine non dve permettersi di dire che devono discutere su argomenti più importanti della morete del grandisismo Michael deve stare solo zitto

MissMJNaughty
The Legend
The Legend

Messaggi : 3524
Data d'iscrizione : 22.11.10
Età : 29
Località : Nel Camerino Del Bad Tour Con Michael
Umore Umore : Felicissima

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da Fairy MJ il Ven 28 Gen 2011 - 22:07

Ragazze ho dovuto censurare la prima parte sugli ebrei, c'erano scritte delle cose inleggibili sopratutto un giorno dopo il ricordo dell'Olocausto è contro il regolamento del Forum pubblicare frasi del genere, ci segnalano pure a noi Admin attenzione.
grazie

_________________


http://www.facebook.com/pages/Dunikart-il-mondo-dei-gioielli-e-non-solo/191975327483059?ref=hl Vendita di Gioielli di bigiotteria e gioielli della tradizione sarda visitate questa pagina metti mi piace e se ti piace qualcosa contattami pirat

Fairy MJ
Admin
Admin

Messaggi : 8626
Data d'iscrizione : 21.02.10
Età : 32
Località : Roma
Umore Umore : Ottimo

Vedere il profilo dell'utente http://mjjkingoflove.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da ** DirtyDianaEle ** il Ven 28 Gen 2011 - 22:28

ok Fairy grazie!!!
Silvia continua pure a postare solo le parti che parlano di Mike tralasciando gli ebrei, gesuiti isrlaeliti e chi più ne ha più ne metta ok???

_________________

** DirtyDianaEle **
Admin
Admin

Messaggi : 8444
Data d'iscrizione : 21.02.10
Età : 28
Località : Roma
Umore Umore : relax

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La morte di Jackson è stata un operazione endogena?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato Oggi a 9:41


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum