Benvenuto
Benvenuto su "Michael Jackson the King of Love...". Per i nuovi utenti registrati, il Forum vi invita a presentarvi nella sezione
"PRESENTAZIONI"
in modo da ricevere un caloroso benvenuto da parte di tutti gli utenti!!!
Il Forum ricorda a tutti gli utenti di leggere sia il regolamento generale, che i regolamenti interni di ogni sezione. Sono poche e semplici regole facili da seguire per facilitare la navigazione di tutti e il nostro lavoro. Buon divertimento a tutti.

Grazie
Facebook





"Michael Jackson the King of Love..." ha anche un gruppo su Facebook iscriviti!!!

In Evidenza
Visite
Votaci
Ti piace il nostro Forum??? Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!!
Migliori Siti Dettagli mjjkingoflove.forumattivo.com/
Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD nella classifica.... Sito d'argento sito web Continuate a votarci ogni mese e aiutateci a crescere!!!
I postatori più attivi del mese

Migliori postatori
PιεcεOғAηHεαят♥; (12290)
 
Sere_MJ (10376)
 
Fairy MJ (8626)
 
MIKE&JANETpassion! (8454)
 
** DirtyDianaEle ** (8444)
 
DirtyMetalJackson (5881)
 
MissMJNaughty (3524)
 
Zaira♥ (2966)
 
Ashley (2550)
 
~D i f f e r e n t; (1477)
 


"I Ricordi della mia infanzia" articolo di Michael Jackson

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

"I Ricordi della mia infanzia" articolo di Michael Jackson

Messaggio Da silvia80 il Gio 7 Lug 2011 - 22:40

ARTICOLO SCRITTO DA MICHAEL JACKSON PER LA RIVISTA “OLAM” anno 2000
-TRADUZIONE DI EMANUELA AREZZI-


Quando guardo alla mia infanzia,non vedo un paesaggio idilliaco di ricordi. Il rapporto con mio padre era teso e la mia infanzia è stata un periodo emotivamente difficile per me.
Ho iniziato ad esibirmi quando avevo cinque anni, e mio padre - un uomo duro - ha spinto me e i miei fratelli,fin dalla più tenera età, a diventare i migliori interpreti che potevamo essere. Anche se abbiamo sempre lavorato duramente,non mi ha mai fatto veramente un complimento. Se facevo un grande show,lui mi diceva che lo spettacolo era stato bello e se facevo uno spettacolo OK,non mi diceva niente. Sembrava intento, soprattutto, a fare di noi un successo commerciale. E in questo è stato più che abile. Mio padre era un genio manageriale,ed io e i miei fratelli gli dobbiamo il nostro successo professionale, in misura non trascurabile, per il modo forte in cui ci ha spinto. Lui mi ha formato come uomo di spettacolo, e sotto la sua guida non potevo perdere un passo. Quelli di voi che hanno familiarità con i Jackson Five sanno che fin da quando ho iniziato a quella tenera età non ho mai smesso di ballare e cantare. Ballare e fare musica rimangono sicuramente tra le mie gioie più grandi, ma quando ero piccolo volevo solo essere un ragazzo come tutti gli altri. Avrei voluto costruire case sugli alberi, avrei voluto fare la lotta con i palloncini pieni d'acqua e avrei voluto giocare a nascondino con i miei amici. Ma il destino aveva in serbo altre cose per me, così non potevo far altro che invidiare le risate dei bambini che vedevo giocare intorno a me.
La mia vita professionale non mi dava tregua,ma la domenica andavo a fare proselitismo per i Testimoni di Geova ed era allora che potevo osservare la magia dell'infanzia in altre persone.
Dal momento che ero già una celebrità, andavo in giro indossando un travestimento-mi ingrassavo e portavo parrucca, barba e occhiali- e passavamo la giornata nei sobborghi della California del Sud, andando di porta in porta o a fare il giro dei centri commerciali per distribuire la nostra rivista Torre di Guardia.
Amavo entrare in quelle piccole case di periferia e guardare i tappeti e le poltrone in tessuto felpato e i ragazzi che giocavano a Monopoli e le nonne che facevano da baby sitter e tutte quelle scene meravigliose di una semplice vita quotidiana. Molti,lo so, diranno che non sono questi i grossi problemi,ma per me era ipnotizzante, perchè simboleggiavano per me una vita familiare che sembrava mancarmi.
Mio padre non era apertamente affettuoso con noi, ma ci mostrava il suo amore in modi diversi. Mi ricordo di una volta, quando avevo circa quattro anni, mi portò alle giostre e mi prese in braccio e mi fece sedere su un pony. Fu un gesto piccolo, probabilmente un gesto che chiunque dimenticherebbe cinque minuti dopo, ma essendo stato l'unico, lo conservo in un posto speciale del mio cuore. Perché i bambini sono così, le piccole cose significano tanto per loro e per me,quel momento, significava tutto. Con quel gesto mi dimostrava il suo amore e la sua cura ed avendolo fatto solo quella volta, mi fece provare amore verso di lui e verso il mondo.
Ho anche altri ricordi, di altri gesti che, per quanto imperfetti, ci mostravano il suo amore per noi. Quando ero un ragazzino, ero veramente tanto goloso- lo saremo stati tutti. Mi piacevano le ciambelle con la glassa e mio padre lo sapeva. Così,ogni due settimane, appena mi alzavo la mattina sul bancone della cucina c'era un sacchetto pieno di ciambelle con la glassa- nessun gesto, nessuna spiegazione, solo le ciambelle. Era come se una fata madrina avesse visitato la nostra cucina. Era come se fosse venuto Babbo Natale. A volte,sarei voluto rimanere sveglio tutta la notte per vederlo mentre lasciava il sacchetto ma, come per Babbo Natale, non volevo rovinare la magia per paura che non lo avrebbe fatto di nuovo. Ancora adesso ripenso a mio padre che di notte lascia le ciambelle di nascosto in modo che nessuno lo vedesse. Aveva paura delle emozioni umane, non le capiva e non sapeva come affrontarle. Ma ci faceva sapere che ci voleva bene con le ciambelle. E quando mi permetto di riaprire i cassetti della memoria, affiorano altri ricordi, altri gesti imperfetti, altri piccoli gesti che ci dimostravano che lui faceva quel che poteva.
Con la maturità e il senno di poi, ho capito che anche la durezza di mio padre era una specie di amore. Un amore imperfetto, certo, ma amore comunque. Mi ha spinto perché mi amava. Mi ha spinto perché voleva che io avessi tutto quello che non avevamo mai avuto e voleva che la mia vita fosse migliore di quanto non lo fosse mai stata la sua. Ci ho messo molto tempo per realizzare questo, ma ora sento che il risentimento per la mia infanzia si può finalmente mettere a riposo. La mia amarezza è stata sostituita dalla benedizione, e al posto della mia rabbia, ho trovato l'assoluzione. E con questa conoscenza, che mio padre amava i suoi figli, ho trovato la pace.

Spoiler:
http://www.facebook.com/photo.php?fbid=187053228006149&set=a.133275450050594.14660.130195473691925&theater

silvia80
King of Pop
King of Pop

Messaggi : 1080
Data d'iscrizione : 17.09.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: "I Ricordi della mia infanzia" articolo di Michael Jackson

Messaggio Da Sere_MJ il Ven 8 Lug 2011 - 21:34

Molti,lo so, diranno che non sono questi i grossi problemi,ma per me era ipnotizzante, perchè simboleggiavano per me una vita familiare che sembrava mancarmi.
Povero piccolo Sad
Troppo bella la scena del Pony..
Bella intervista proprio bella Silvia ottimo lavoro Wink

Sere_MJ
The Legend
The Legend

Messaggi : 10376
Data d'iscrizione : 22.02.10
Località : Comacchio

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: "I Ricordi della mia infanzia" articolo di Michael Jackson

Messaggio Da Fairy MJ il Ven 8 Lug 2011 - 22:31

Aveva paura delle emozioni umane, non le capiva e non sapeva come affrontarle. Ma ci faceva sapere che ci voleva bene con le ciambelle. E quando mi permetto di riaprire i cassetti della memoria, affiorano altri ricordi, altri gesti imperfetti, altri piccoli gesti che ci dimostravano che lui faceva quel che poteva.
è lui!!!!! M love

_________________


http://www.facebook.com/pages/Dunikart-il-mondo-dei-gioielli-e-non-solo/191975327483059?ref=hl Vendita di Gioielli di bigiotteria e gioielli della tradizione sarda visitate questa pagina metti mi piace e se ti piace qualcosa contattami pirat

Fairy MJ
Admin
Admin

Messaggi : 8626
Data d'iscrizione : 21.02.10
Età : 32
Località : Roma
Umore Umore : Ottimo

Vedere il profilo dell'utente http://mjjkingoflove.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: "I Ricordi della mia infanzia" articolo di Michael Jackson

Messaggio Da Sere_MJ il Sab 9 Lug 2011 - 21:39

Ahahhah é lui o non é lui, ma certo che é lui!

Sere_MJ
The Legend
The Legend

Messaggi : 10376
Data d'iscrizione : 22.02.10
Località : Comacchio

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: "I Ricordi della mia infanzia" articolo di Michael Jackson

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato Oggi a 20:11


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum